Come combattere la bassa stagione: le strategie per B&B ed extralberghiero

Come combattere la bassa stagione se gestisci un bed & breakfast o un’altra tipologia di struttura extralberghiera?

La ricetta segreta, ma ti basterà arrivare a fine articolo per scoprire quello che molti altri tuoi colleghi con più esperienza già sanno, comprende strategie usate da decenni, tecnologie innovative, un pizzico di creatività, il tutto da amalgamare attraverso un mix di strumenti:

  • digital concierge
  • social network
  • sito web
  • e-mail
  • ads

Fondamentale è non perdere altro tempo prezioso. Sconfiggere la bassa stagione ti servirà da stimolo a crescere nel settore extra-ricettivo e a credere nella redditività del tuo progetto di business.

Inoltre, riuscirai a massimizzare i profitti e contemporaneamente ridurre i costi di gestione. Infine, potresti scoprire tattiche utili anche in alta stagione.

Come definire alta e bassa stagione

bassa stagione
Per prima cosa definisci la tua bassa stagione (foto di lloorraa da Pixabay)

La prima domanda da porti è:

quand’è il mio periodo di bassa stagione?

Proprio così! Molti fallimenti sono la conseguenza di premesse completamente sballate. Per avere successo è necessario sapere quando usare le strategie mirate per la bassa stagione e rivolgersi ai clienti giusti nel momento ideale.

Per definire alta e bassa stagione del tuo b&b, casa vacanze, affittacamere puoi:

  • osservare l’andamento del tasso di occupazione della struttura
  • calcolare il ricavo medio per camera nei 12 mesi
  • analizzare il calendario arrivi e presenze

Alcuni suggerimenti. Prendi in esame almeno gli ultimi due/tre anni di gestione, quando possibile, e segna anche la tipologia di clientela, informazione che ti sarà molto utile in seguito.

Gli errori da evitare. Non pensare che la bassa stagione sia solo di lungo periodo. Anche nei mesi di alta stagione, possono capitare dei giorni in cui hai più difficoltà a vendere le camere. Ad esempio, i weekend VS la metà della settimana.

In questi casi, puoi sfruttare le strategie promozionali tipiche della bassa stagione. Viceversa, nei periodi di bassa stagione capitano delle settimane speciali, in occasione di eventi, festività, manifestazioni, da trattare come se fossi in altissima stagione!

Come combattere la bassa stagione

L’errore più grave è abbassare le tariffe durante la bassa stagione. Il rischio è dare al cliente l’immagine di una struttura e di una destinazione che in quel periodo non sono piacevoli da visitare e non hanno niente da offrire.

Il turista penserà:

spendo la metà, ma non vale comunque la fatica di andarci…

Piuttosto, prova a conservare tariffe competitive e non umilianti aggiungendo valore alla tua offerta. Ecco come.

1. Adatta le immagini alla bassa stagione

Non appena la stagione cambia, dai un’immagine coerente ma attrattiva agli alloggi. Non è credibile che la tua casa vacanze sia sempre affacciata su un mare cristallino e calmo, inondata dalla luce del sole in pieno dicembre. Questo vale anche per la destinazione.

Cosa fare. Carica sui social e sul sito web foto che diano un’immagine piacevole di camere, appartamenti e territorio in bassa stagione. Non dimenticare di aggiornarle anche su Google My Business, se lo usi, e sugli altri canali di distribuzione.

A cosa serve. Ti aiuterà a dare un’idea realistica, non artificiale, della tua attività ricettiva e a comunicare affidabilità come host.

2. Cambia aggettivi

A cosa associ la parola basso? Per molti la bassezza è un difetto. Basso comunica l’idea di poco. L’aggettivo basso attrae poco. Se parlerai solo di:

b&b in bassa stagione, offerte di bassa stagione, destinazione in bassa stagione, pacchetto di bassa stagione

sarai tu in primis a togliere valore alla tua offerta.

Cosa fare. Rinnova il linguaggio del copy e presta attenzione alla scelta delle parole, soprattutto nelle tue campagne a pagamento nelle quali stai investendo budget.

A cosa serve. A comunicare immagini positive, autenticità e valore.

3. Sfrutta gli eventi in bassa stagione

Come affittare la tua villa in riva al mare in bassa stagione? Inserire l’immagine di una coppia che cammina sulla spiaggia in inverno non basterà per dare valore alla tua proprietà.

Cosa fare. Stila il calendario degli eventi in programma nella tua città e nei dintorni. Non sottovalutare i piccoli appuntamenti, come i concerti di nicchia, le fiere, le mostre minori.

Inserisci queste informazioni su sito web e blog. Crea offerte riservate a chi partecipa a questi eventi e promuovile attraverso i social sia in organico, gratis, che con campagne a pagamento.

Puoi anche linkare il sito, taggare il profilo Instagram e la pagina Facebook dell’evento. Questo ti aiuterà a fare rete. Ma per approfondire questa strategia fondamentale, vai al punto 5.

A cosa serve. Ti permette di allargare la tua platea di clienti.

4. Metti in evidenza cosa fare in bassa stagione

Oggi i turisti vogliono vivere esperienze di viaggio emozionanti e scelgono la destinazione in base alle attività che è possibile fare a destinazione.

Cosa fare. Usa tutti gli strumenti a tua disposizione, dalle e-mail ai digital concierge, per mettere in vetrina cosa fare e vedere in bassa stagione:

trekking, nordic walking, ciaspolate, corsi di cucina per la preparazione di dolci tipici di quel periodo, di quella festa invernale o di primavera…

A cosa serve. A differenziare la tua offerta tra alta e bassa stagione. Non fare l’errore di voler vendere a tutti costi la tua casa vacanze come destinazione di mare anche quando al mare non si può andare.

E ad offrire al cliente un soggiorno di valore. Non dovrai più abbassare le tariffe perché sarai nella condizione di garantire un’esperienza di soggiorno indimenticabile.

5. Crea una rete di partner

Purtroppo b&b, locazioni turistiche, affittacamere, sono più vincolati rispetto agli hotel nell’offerta di servizi ed esperienze e hanno bisogno di appoggiarsi a terzi.

Leggi anche: Normativa fiscale per b&b, affittacamere, locazioni turistiche.

Cosa fare. Seleziona i fornitori di servizi esterni nel territorio, come noleggio e transfer, e gli operatori turistici che organizzano tour ed esperienze.

Fai attenzione a che siano in grado di assicurare la disponibilità delle attività anche in bassa stagione. Altrimenti corri il rischio di fare al cliente una promessa che poi non sarai in grado di mantenere.

A cosa serve. Innanzitutto, ad aumentare i guadagni. Vendere camere e appartamenti non è più sufficiente. Anche nell’extralberghiero devi iniziare a fare cross-selling di servizi ed esperienze.

Poi, a offrire al cliente qualcosa di più di un posto in cui dormire, per costruire quell’offerta di valore di cui abbiamo parlato al punto 4.

Non sai come costruire la tua rete sul territorio? Fai ricerche online, chiedi ad amici e parenti, partecipa in prima persona a tour ed esperienze. Ci vorrà tempo, ma alla lunga raggiungerai il risultato.

Se vuoi velocizzare e semplificare il lavoro, puoi usare un digital concierge come Edgar.

Edgar è un app concierge per l’extralberghiero. Ovvero con Edgar crei l’app per smartphone della tua proprietà che i tuoi clienti scaricheranno non appena prenotano, non all’arrivo (grande vantaggio per te che puoi fidelizzarli fin da subito come fanno le OTA).

Grazie a Edgar, i clienti avranno un soggiorno perfetto con info, servizi, mappe, immagini a portata di telefono. E tu avrai altrettanti benefici: da meno lavoro grazie all’automatizzazione di mobile check-in, e-mail, recensioni a più guadagni.

Infatti, Edgar è lo strumento ideale per fare cross-selling nell’extralberghiero senza violare la normativa. I tuoi clienti trovano su Edgar tutti i servizi e le esperienze che tu direttamente o i tuoi partner offrite.

Se hai partner, puoi portarli gratis su Edgar. Se non ne hai, puoi sfruttare i servizi già integrati in Edgar, grazie alle nostre partnership con operatori leader del settore noleggio, transfer, deposito bagagli, e le esperienze di Musement.

Soprattutto, per ogni acquisto in app ricevi una commissione.

PROVA EDGAR GRATIS

6. Usa le e-mail in modo mirato

Le e-mail sono uno strumento di grande utilità che la maggior parte degli operatori del settore extralberghiero non sfrutta bene.

Cosa fare. Seleziona nel tuo database i contatti di quegli ospiti che hanno soggiornato da te in bassa stagione, negli anni precedenti.

A cosa serve. Potrebbe trattarsi di clienti che possono andare in vacanza solo in quel periodo dell’anno per ragioni di lavoro oppure che sono interessati alla tua destinazione proprio in quei mesi per via di un evento ricorrente.

7. Rivolgiti alla gente del posto

Spesso alla domanda come combattere la bassa stagione, si risponde suggerendo di puntare sugli stranieri, che hanno abitudini di viaggio diverse dagli italiani.

Ad esempio, per ricollegarci a quanto scritto a inizio articolo in merito ai periodi di magra anche durante l’alta stagione, è importante sapere che i clienti esteri preferiscono luglio ad agosto.

Cosa fare. In alternativa, ti suggeriamo di scommettere sulle persone che abitano nei dintorni. Per farlo, sfrutta la precisione delle ads di Facebook.

Infatti, Facebook è molto più efficace di altre piattaforme nella targetizzazione del pubblico. Ti permette di selezionare i destinatari in base ai km, oltreché alle caratteristiche demografiche e ai comportamenti.

A cosa serve. A raggiungere tutto quel pubblico che condivide con te la stagionalità del territorio, ma che attratto dalla tua offerta di valore, può essere interessato a trascorrere qualche giorno lontano da casa, investendo su attività interessanti e risparmiando sui costi del viaggio.

La tua bassa stagione è già iniziata o è esattamente il contrario? Abbiamo scritto questo articolo sia per aiutarti ad affrontarla subito, sia per suggerirti come affilare le armi per combattere la bassa stagione e sconfiggerla prima ancora che inizi.

Ricorda, che Edgar Smart Concierge è l’arma segreta che b&b, case vacanza, property manager possono sfruttare per porre rimedio alla bassa stagione velocemente e con meno lavoro.

PROVA EDGAR GRATIS

Immagine in evidenza di Lothar Baxmann da Pixabay

Edgar Smart Concierge

Edgar Smart Concierge è una piattaforma per la gestione degli ospiti che permette a qualsiasi Host di personalizzare la propria App Concierge per soddisfare le esigenze degli ospiti aumentando i guadagni.

Articoli Recenti

Con la tua App Concierge...

risparmi tempo, aumenti i guadagni e soddisfi i tuoi ospiti! Crea ora la tua App in pochi minuti!