Come fare email marketing se gestisci proprietà immobiliari, b&b o piccoli hotel

In questo articolo imparerai come fare email marketing se gestisci proprietà extralberghiere, bed & breakfast e piccole strutture ricettive.

Se sei un uomo, di certo nel tuo armadio avrai una camicia bianca. Se sei una donna, un paio di décolleté nere. Le email sono un po’ come questi capi d’abbigliamento: la moda cambia ogni anno, ma ci sono accessori che non possono mai mancare in un armadio.

L’email marketing ha 5 grandi vantaggi. Infatti, è:

  • essenziale per il funnel di vendita, infatti mentre i motori di ricerca e i social media portano il traffico verso le landing page, che a loro volta catturano contatti, le email li fidelizzano in modo diretto
  • facile da misurare, puoi conoscere il tuo tasso ritorno sull’investimento (ROI) anche se non sei un digital strategist!
  • economico, anche in caso di invio di grandi quantità di email
  • rapido, in poche ore puoi inviare migliaia di email
  • personalizzabile, in base al target di destinatari

Ora è più chiaro perché non puoi fare a meno della posta elettronica nella tua strategia promozionale? Leggi l’articolo per capire come fare email marketing al meglio e quali email marketing tool usare.

Come fare email marketing: 6 regole

1. Costruisci il form giusto

Qualsiasi strategia di email marketing ha bisogno di un form per raccogliere i contatti.

Quali informazioni servono per realizzare la tua strategia? Se lavori nel settore travel & hospitality, potrebbe esserti utile conoscere la nazionalità dei lead, l’età, le loro preferenze di viaggio.

Raccogli queste informazioni senza spaventare i contatti. In molti sono restii a comunicare troppi dati personali, soprattutto quando non è chiaro il motivo per cui sono richiesti. Per cui presta molto attenzione a essere in linea con le norme introdotte dal GDPR.

Inoltre, ricorda che form troppo lunghi scoraggiano il contatto e lo spingono ad abbandonare la compilazione.

2. Crea la tua lista per hotel, b&b, extralberghiero

Parafrasiamo un famoso detto, per affermare che:

dietro a ogni buona strategia di email marketing, c’è una buona mailing list

Infatti, troppi b&b, property manager, manager di hotel utilizzano sempre la stessa lista da anni. A meno che tu non abbia regolarmente pulito l’elenco di email in tuo possesso, molte informazioni potrebbero non essere più valide, con in più il rischio di compromettere i tuoi tentativi di segmentazione e personalizzazione (che approfondiamo nel punto successivo).

Sei tra quelli che utilizzano la stessa mailing list da decenni? Se vuoi fare pulizia, seleziona i contatti che non aprono una tua email da 3/6/9 mesi. Invia loro una campagna email di re-engagement. Chiedigli se sono ancora interessati a ricevere o meno le tue comunicazioni. In caso di risposta negativa o assente, cancella questi contatti per avere una mailing list con meno @ ma più efficace.

3. Segmenta e personalizza

Segmentare significa suddividere i contatti in base alle informazioni personali, raccolte nel rispetto della privacy.

Ad esempio, per chi fa email marketing per hotel, b&b, case vacanza, è utile distinguere tra ospiti business e clienti leisure, oppure tra famiglie con bambini e coppie senza figli.

Solo dopo aver segmentato, potrai personalizzare le campagne di email marketing inviando news, informazioni e offerte diverse a seconda dei destinatari. Di certo registrerai un maggiore coinvolgimento tra i tuoi contatti. Personalizza al meglio anche il copy dell’email. Inserisci il nome di battesimo nell’oggetto e differenzia il contenuto in base al sesso, all’età o alla provenienza geografica.

Invece in altri casi, potresti aver bisogno di automatizzare l’invio di alcune email. Infatti personalizzare non è sempre la soluzione migliore, come per le welcome email. Talvolta, l’importante è avere la certezza dell’invio senza perdere ulteriore tempo di lavoro.

Nel caso dell’email marketing per il settore ricettivo, le email automatiche servono per ricordare all’ospite alcune cose da fare prima, durante o dopo il soggiorno. Come per le recensioni: troppo spesso gli ospiti, anche se soddisfatti, dimenticano di scrivere una recensione online e gli host non hanno modo di sollecitarla.

Con Edgar Smart Concierge puoi automatizzare l’invio di queste e altre email. Il tuo ospite riceverà un messaggio con all’interno il link al sito su cui raccogli le recensioni. Così, senza essere invadente o sfacciato, vedrai aumentare le tue review online.

Ma soprattutto potrai segnalare, via email o tramite notifica su smartphone, ai tuoi clienti tanti servizi esterni integrati in Edgar, aumentando i tuoi profitti senza lavorare di più. Infatti, potrai suggerire servizi come il noleggio, i transfer privati, il deposito bagagli o le esperienze a destinazione, quando preferisci, lasciando che sia il fornitore esterno a occuparsene mentre tu guadagnerai una commissione per ogni acquisto in app.

 

PROVA EDGAR GRATIS

4. Pianifica le campagne di email marketing

Ogni campagna di email marketing deve avere un obiettivo specifico. Alcune servono a portare traffico a una determinata pagina del sito che promuove un’offerta speciale con una call-to-action ben in evidenza per spingere alla prenotazione immediata. Altre hanno semplicemente lo scopo di fornire informazioni oppure coinvolgere i destinatari per avvicinarli al tuo brand.

Sapevi infatti che anche gli hotel indipendenti e i b&b sono dei brand? Leggi: Come usare la brand identity per avere più prenotazioni.

Solo se avrai ben in mente l’obiettivo della tua campagna, potrai trovare le parole giuste da scrivere e la call-to-action più efficace. Ricorda che CTA del tipo Registrati, Iscriviti, Clicca qui, soprattutto se non accompagnate da messaggi ben confezionati, creativi ma semplici, sono inefficaci.

Alcune regole per scrivere un messaggio di posta elettronica sono sempre valide: i messaggi devono essere chiari, i testi non troppo lunghi e intervallati da spazi bianchi per facilitare la lettura, le immagini belle ma non pesanti per evitare di rallentarne la ricezione.

Ma il primo obiettivo è far sì che l’email venga aperta. Ecco perché l’oggetto dell’email è strategico. Di norma, non deve superare le 5 parole, né contenere parole che facciano finire la mail in spam. Ti raccomandiamo di dedicare alla stesura dell’oggetto la stessa attenzione che riservi all’email stessa.

5. Misura le campagne con i KPI

Edgar Smart Concierge
Usa i KPI per misurare l’efficacia dell’email marketing (foto di Thomas Wolter da Pixabay)

Hai inviato la tua prima campagna? Puoi già iniziare a misurarne i risultati. Per farlo hai bisogno di conoscere i KPI dell’email marketing (Key Performance Indicator) e confrontarli con le medie del settore.

Ad esempio, secondo Mailchimp, il tasso di apertura medio nel settore viaggi e trasporti è del 14,4%. Mentre il tasso medio di click è dell’1,7%.

A seguire trovi come calcolare i KPI essenziali dell’email marketing. Scegli quali indicatori utilizzare in base alle tue esigenze. Noi ti suggeriamo i 5 che in base alla nostra esperienza sono essenziali per fare una prima valutazione dell’efficacia della campagna inviata.

– Tasso di apertura

Indica il numero di email aperte sul totale delle recapitate. L’open rate dipende soprattutto dall’efficacia dell’oggetto e del preheader.

Formula per calcolare il tasso di apertura: (numero di email aperte/email recapitate)* 100

– Tasso di clic (click-through rate, CTR)

Noto anche come Click Through Rate (CTR), è il numero di clic del messaggio diviso per le email inviate. Questo indicatore da un’idea dell’efficacia dei contenuti inseriti nel testo.

Formula per calcolare il tasso di clic: (numero di clic/email recapitate)* 100

– Tasso di disiscrizione

Non preoccuparti se qualche contatto si cancella dalla tua mailing list. Succede ed è anche utile per avere una mail ripulita dei contatti non interessati. Solo misurando il tasso di disiscrizione puoi capire se è fisiologico oppure se è troppo alto e segnalare se c’è un problema nel testo, nella lista oppure semplicemente invii troppe email in poco tempo. Di norma questo KPI dovrebbe essere inferiore al 2%.

Formula per calcolare il tasso di disiscrizione: (numero di disiscritti/email recapitate)* 100

– Ritorno sull’investimento

Il famoso ROI (Return On Investment) è una delle principali metriche da monitorare, perché misura l’efficacia economia della campagna. Stai ben attento a valutare correttamente i costi della campagna, che non includono solo i costi della piattaforma per l’invio ma anche il tempo e le risorse umane impiegate.

Formula per calcolare il ritorno sull’investimento: [(totale del valore delle vendite generato – costi della campagna)/costi della campagna]* 100

– Tasso di conversione

Il tasso di conversione dipende dall’obiettivo. Se hai inviato una campagna email per portare i destinatari su una pagina del sito attraverso un bottone clicca qui, il tasso di conversione dipende dal numero di contatti che hanno cliccato.

Formula per calcolare il tasso di conversione: (numero di destinatari che hanno compiuto l’azione-obiettivo/email recapitate)* 100

6. Testa la strategia di email marketing

Dopo aver misurato il rendimento dell’email marketing del tuo hotel, b&b, casa vacanze, dovrai migliorare i risultati. Per farlo ti suggeriamo di fare degli A/B test. Il meccanismo è semplice: invii due versioni differenti di un’email. Le versioni devono differire per un solo elemento, altrimenti non ti sarà possibile fare una corretta valutazione. Per esempio puoi testare l’oggetto, il design dell’email o la CTA.

Dai risultati della successiva valutazione fatta con i KPI selezionati, capirai se le modifiche applicate migliorano, peggiorano o non influiscono affatto sul rendimento delle tue campagne.

Email marketing tool

Sul mercato trovi sia strumenti per fare email marketing gratis sia a pagamento. La scelta dell’email marketing tool dipende in primis dalla quantità di email che hai intenzione di inviare.

Se sei ancora all’inizio e vuoi cimentarti con l’email marketing gratis prima di investire, puoi provare TinyLetter, un programma free per l’invio della posta elettronica. TinyLetter non offre molte opzioni per l’invio, tuttavia ti da una base da cui partire per verificare l’efficacia delle email come strumento di marketing.

TinyLetter è collegato a Mailchimp, che invece è un servizio professionale per fare email marketing. Con Mailchimp puoi personalizzare i form, pianificare le campagne, gestire e segmentare le liste. Inoltre, hai a disposizione analitycs e report per misurare l’impatto delle tue email. Il costo è proporzionale alla quantità di messaggi di posta inviati.

Se invece hai bisogno di spedire grandi quantità di posta elettronica, puoi utilizzare SendInBlue. Si tratta di un software che permette di inviare non solo email, ma anche SMS, di automatizzare gli invii e fare email marketing in modo massimo. Insomma, un software ideale per gestire grandi progetti di email marketing.

Infine, se vuoi fare email marketing per l’extralberghiero e i piccoli hotel, non dimenticare strumenti come Edgar Smart Concierge. Edgar non è un tool per l’email marketing, ma permette di automatizzare l’invio di email mirate per il settore extralberghiero e ricettivo per aumentare le vendite di servizi integrati, lasciando che siano i fornitori esterni a gestire le richieste mentre tu guadagni una percentuale.

Edgar è un digital concierge per rendere perfetto il soggiorno dell’ospite e ottimizzare la gestione delle tue proprietà. Grazie a Edgar, crei l’app 100% personalizzata dei tuoi alloggi e offri i servizi desiderati ormai da buona parte dei viaggiatori globali: self check-in, mappa mobile, push notification, esperienze di viaggio e servizi. In più, mentre rendi felice il tuo cliente, fai up-selling e aumenti i profitti con le commissioni per ogni acquisto in app.

 

PROVA EDGAR GRATIS

 

Immagine di copertina di rawpixel.com da Pexels

Edgar Smart Concierge

Edgar Smart Concierge è una piattaforma per la gestione degli ospiti che permette a qualsiasi Host di personalizzare la propria App Concierge per soddisfare le esigenze degli ospiti aumentando i guadagni.

Articoli Recenti

Con la tua App Concierge...

risparmi tempo, aumenti i guadagni e soddisfi i tuoi ospiti! Crea ora la tua App in pochi minuti!