Come pubblicizzare il tuo B&B su Facebook

Promuovere un B&B su Facebook oramai è una cosa molto diffusa, che non puoi non fare.

Aprire una pagina Facebook per il proprio B&B può migliorare la visibilità della struttura ricettiva e del sito web, perché consente di raggiungere le decine di milioni di italiani e stranieri che usano questo social in tutto il mondo. Soprattutto, può favorire un aumento delle prenotazioni dirette.

Ti sei chiesto come pubblicizzare un B&B su Facebook? Perché, se promuovi male il tuo B&B su Facebook, puoi non ricavarne nessun beneficio, e quindi starai “solo” sprecando tempo e lavoro. Ma, puoi anche finire per danneggiare l’immagine del bed & breakfast o sprecare il budget usato per le Ads.

In questo articolo hai quello che ti serve per non fare più errori su Facebook e i nostri consigli per gestire la pagina aziendale al meglio.

Come pubblicizzare un B&B su Facebook: 3 errori da evitare

Precisiamo subito che qua il verbo pubblicizzare è inteso nel senso più ampio. Quindi elencheremo e spiegheremo sia le attività da fare gratis sia quelle a pagamento sulla piattaforma.

Prima di iniziare, ti sveliamo subito i 3 errori che non devi fare su Facebook.

Innanzitutto, se ancora non hai creato la pagina aziendale del tuo B&B, ricorda che non devi creare un profilo ma una pagina. I profili Facebook possono essere aperti solo da persone in carne e ossa. Per società, aziende, cooperative, negozi, strutture ricettive etc. ci sono le pagine.

Secondo, non devi invitare gli amici a mettere mi piace alla tua pagina. Si tratta di una pratica inutile o persino dannosa perché finiresti per avere una fan base distorta, composta da persone che interagiscono con la pagina non perché interessate al tuo bed & breakfast ma perché amici.

Infine, non devi abbandonare la pagina. Dopo aver aperto la pagina aziendale, dovrai curarla nel tempo e alimentarla di contenuti utili e interessanti.

Così come non devi trascurare la pagina Facebook, non dimenticare di dedicarti al sito web.

A proposito, leggi la nostra mini guida alla SEO per hotel e bed & breakfast.

Promuovere un B&B su Facebook: 6 cose da fare

promuovere un B&B
Come pubblicizzare un B&B su Facebook

Leggi l’elenco delle cose da fare per pubblicizzare il B&B su Facebook.

1. Individua l’obiettivo da raggiungere

Prima ancora di aprire la pagina Facebook per il B&B, se non l’hai già fatto, devi chiederti quali obiettivi vuoi raggiungere con Facebook.

Gli obiettivi che un B&B può raggiungere su Facebook sono principalmente 4:

  • aumentare la notorietà del bed & breakfast, per iniziare a creare oppure potenziare la tua presenza online;
  • generare contatti, per rendere più facile alle persone interagire con te e mostrarti il loro interesse;
  • incrementare le vendite, per trasformare i visitatori della pagina in ospiti;
  • fare retargeting dei clienti già esistenti, per mantenere nel tempo la relazione con loro.

Se stai partendo da zero, segui questo consiglio: pianifica gli obiettivi nel tempo, a uno a uno. Dedica i primi sei mesi ad incrementare la visibilità della pagina. A seguire cerca di sfruttare tutti i canali per incrementare i contatti, e così via.

2. Info e aspetto grafico della pagina Facebook del B&B

La pagina deve essere compilata e curata in ogni dettaglio. Inserisci tutte le informazioni utili: indirizzo, contatto telefonico, e-mail. Sfrutta anche la sezione Our story a destra della pagina, dove puoi raccontare la storia del B&B e la tua esperienza nel settore ricettivo.

Inoltre, cura al meglio l’aspetto grafico. Il logo e la cover devono essere personalizzati. Ad esempio, la cover può essere un’immagine suggestiva del bed & breakfast. Inserisci le immagini delle camere, degli spazi interni, del panorama che si vede dalle finestre e anche delle colazioni!

Se possibile, fatti fare delle foto da un fotografo professionista. Non usare foto sgranate. Per evitarlo, usa immagini delle dimensioni giuste per Facebook, perché in caso contrario potrebbero non essere ben visibili, soprattutto da mobile. Qua trovi una guida alle dimensioni delle foto su Facebook.

3. Fai un piano editoriale per la pagina FB del B&B

Spesso è difficile sapere cosa pubblicare. Non è necessario postare tutti i giorni. Grazie agli Insights, di cui parliamo nel prossimo paragrafo, capirai meglio quanto e quando pubblicare.

Per aiutarti a compilare il tuo piano editoriale Facebook, ti suggeriamo di creare delle rubriche settimanali o mensili. In questo modo, la tipologia di post sulla pagina non sarà sempre uguale.

Nel frattempo, ecco un elenco delle tipologie di post che puoi fare:

  • post sulla destinazione in cui si trova il bed & breakfast, per far scoprire ai follower bellezze, attrazioni, curiosità del territorio. Possono essere post con immagini, post con il link a un articolo del tuo blog (se ne hai uno) o anche notizie da altri siti;
  • pubblica notizie sugli eventi in programma a destinazione;
  • non creare spesso post promozionali. Questo non significa che non devi mai parlare o promuovere il tuo B&B. Ma la pagina Facebook non deve diventare una vetrina, piuttosto deve essere una risorsa utile per chi ti segue;
  • tuttavia, non dimenticare di dare visibilità alle promo quando in programma;
  • se presso la tua struttura hanno soggiornato personaggi famosi, puoi pubblicare le relative immagini;
  • usa i post per mettere in evidenza le recensioni positive che ti son state lasciate online.

4. Analizza gli Insights della pagina Facebook

Se hai una pagina da tempo, dovresti già conoscere la sezione Insights. Grazie agli Insights puoi fare un’analisi della pagina e capire come pubblicizzare il B&B su Facebook.

Infatti, solo attraverso gli Insights individuerai le caratteristiche del target che segue la tua pagina, i contenuti che piacciono di più e ricevono maggiori interazioni. In questo modo potrai definire con successo il piano editoriale.

Ora ti spieghiamo in breve, cosa significano gli Insights e quali sono i più utili.

1. Panoramica

Nella sezione panoramica hai una visione complessiva dell’andamento della pagina del tuo bed & breakfast. Puoi selezionare l’intervallo di tempo: oggi, ieri, ultimi 7 o 28 giorni.

2. Persone che seguono la pagina e like

In queste sezioni, simili fra loro, hai il totale netto delle persone che seguono/hanno messo like alla tua pagina. Ricorda che le due cose non sempre coincidono. Infatti, succede che alcuni utenti che hanno messo mi piace alla pagina poi decidano di smettere di seguirla. Per cui il numero dei follower sarà inferiore a quello dei like. Può capitare anche il contrario, seguire senza mettere il like, ma è meno frequente.

Inoltre, qui puoi vedere “il luogo” in cui le persone hanno iniziato a seguire la tua pagina o hanno messo like. Ad esempio, da un’inserzione, dai suggerimenti di un’altra pagina o navigando dal pc/smartphone.

3. Copertura o reach

La sezione copertura o reach della pagina è importantissima perché mostra la quantità di persone raggiunte dai tuoi post. Qui potrai scoprire la copertura, le reazioni, i commenti, le condivisioni.

Fai attenzione! Il fatto che il post sia apparso nel feed dei tuoi follower, non prova che sia stato letto. Così come, non tutti i commenti sul post potrebbero essere positivi.

Per cui ti consigliamo di non limitarti a leggere i numeri. Vai oltre e analizza la qualità delle interazioni. Inoltre, ricorda di monitorare sempre il grafico sui post nascosti o segnalati come spam. Da qui puoi capire quali contenuti non piacciono ai tuoi follower.

4. Visualizzazioni della pagina/page views

Anche in questa sezione, come nelle altre, puoi modificare l’intervallo temporale. Questa tab ti svela il numero complessivo delle visualizzazioni e il numero totale di persone che hanno visualizzato la pagina.

5. Azioni sulla pagina

Qui sono visualizzati i grafici che mostrano le azioni svolte sulla pagina, le persone che hanno cliccato sui pulsanti di invito all’azione o le indicazioni stradali.

Questa sezione è molto importante se hai un B&B, perché ti permette di capire se la pagina sta convertendo i follower, che interagiscono e cercano info sulla tua struttura.

6. Post

Non sai come strutturare il tuo piano editoriale? Nella sezione post, puoi vedere gli orari e i giorni in cui le persone erano online nell’ultima settimana. Puoi analizzare i dati anche giorno per giorno, in modo da capire quando e a che ora è preferibile postare.

Inoltre, se hai bisogno di nuove idee sui tipi di contenuto da pubblicare, guarda la sezione dedicata ai post popolari delle pagine simili.

7. Video

Pubblichi video? Ottimo, perché i video sono tra le tipologie di contenuto che creano maggiore engagement sulla pagina.

In questa sezione, puoi vedere come sono andati i tuoi video, capire quante visualizzazioni ci sono state e per quanti minuti gli utenti li hanno guardati.

8. Persone

Anche questa sezione è molto utile se vuoi conoscere meglio i tuoi follower. Infatti, qua sono raccolti i dati su sesso, età, provenienza e lingua parlata.

Usa queste informazioni per migliorare il tuo piano editoriale. Ad esempio, potresti scoprire che è più utile pubblicare post in spagnolo piuttosto che in tedesco, francese. Inoltre, questa sezione ti aiuta anche a targettizzare meglio le tue campagne pubblicitarie.

9. Messaggi

Se hai avuto conversazioni su Facebook con altri utenti, qui troverai i dati relativi: totale delle conversazioni, percentuale dei messaggi a cui hai risposto, media dei tempi di risposta, più ulteriori info su segnalazioni di spam e conversazioni bloccate.

5. Investi in Facebook Ads

Facebook non è gratis. Non lo è per i profili privati, che ogni giorno cedono a Facebook info sui propri interessi, abitudini, spostamenti in cambio dell’accesso e uso della piattaforma.

Lo è ancora meno per le aziende, comprese le strutture ricettive. Infatti, la visibilità organica della pagina è diminuita tantissimo negli anni. Per una pagina aziendale è molto difficile comparire gratis sul feed degli utenti. Per cui, è quasi inevitabile che sarai costretto a investire in pubblicità su Facebook per raggiungere un maggior numero di utenti.

La pubblicità su Facebook è efficace, molto più di quella tradizionale. Questo si verifica perché è mirata e permette di accedere a un bacino di utenti veramente ampio in tutto il mondo. Tuttavia, deve essere fatta bene.

Ad esempio, ti consigliamo di leggere le guide fornite da Facebook e i blog dedicati. Mentre ti sconsigliamo di cliccare su Metti in evidenza il post. Infatti, con questa funzionalità al massimo raccoglierai like e condivisioni. Mentre ogni Ads su cui investi del budget deve essere studiata, dal formato all’immagine, per l’obiettivo che vuoi raggiungere e deve avere un pubblico ben segmentato.

6. Installa il Pixel di Facebook

Sapere cos’è il Pixel di Facebook può fare la differenza. Se usi Google Analytics sul tuo sito, ti sarà facile capirlo. Infatti, anche il Pixel è una stringa di codice html che una volta installata sul sito, traccia le visite e le azioni degli utenti Facebook.

Grazie al Pixel, ad esempio puoi creare delle Ads rivolte esattamente alle persone che hanno visitato il tuo sito web, hanno interagito con la pagina del tuo B&B, il profilo Instagram. Si tratta di un pubblico molto più profilato rispetto a quello targettizzato per interessi.

Speriamo di averti aiutato a capire come pubblicizzare un B&B su Facebook.

Un’altra cosa fondamentale, è raccogliere raccomandazioni sulla tua struttura su Facebook. Sollecita i tuoi clienti. Se invece vuoi essere discreto, usa Edgar Smart Concierge.

Edgar è l’app di digital concierge per bed & breakfast, extralberghiero e piccoli hotel. Con Edgar assisti il cliente al meglio via smartphone, automatizzi check-in, messaggi, richieste. Tra le tante funzioni di Edgar, puoi anche inviare una notifica push sul telefono dei tuoi ospiti con il link al sito su cui preferisci ricevere una recensione.

Inoltre, con Edgar assisti il cliente anche a distanza, fornendogli tutte le info di cui ha bisogno e fai cross-selling di servizi per aumentare i tuoi guadagni.

SCOPRI COME EDGAR AIUTA IL TUO B&B

Immagine in evidenza di La Miko da Pexels

Edgar Smart Concierge

Edgar Smart Concierge è una piattaforma per la gestione degli ospiti che permette a qualsiasi Host di personalizzare la propria App Concierge per soddisfare le esigenze degli ospiti aumentando i guadagni.

Articoli Recenti

Con la tua App Concierge...

risparmi tempo, aumenti i guadagni e soddisfi i tuoi ospiti! Crea ora la tua App in pochi minuti!