Google Analytics per l’extralberghiero e gli hotel: i report da non sottovalutare

Oggi ti spieghiamo come usare Google Analytics per l’extralberghiero e gli hotel. Infatti, spesso incontriamo clienti che hanno settato Analytics nel modo corretto, perché aiutati da un webmaster o da un’agenzia di marketing. Che poi però non lo sanno usare e interpretare, finendo così per sprecare tantissimi dati utili sul loro business, i contatti, gli ospiti.

A loro discolpa, diciamo che Google Analytics non è tra gli strumenti di analisi più semplici. Offre una miriade di report, filtri e metriche tra cui è facile perdersi.

Tuttavia, non devi assolutamente rinunciare a usare Google Analytics! Anche se sei alle prima armi in materia di analisi dei dati e il tuo il lavoro da host o gestore d’hotel ti impegna per buona parte della giornata.

Ci sono almeno 7 buoni motivi per utilizzare Google Analytics se lavori nel settore alberghiero ed extra-ricettivo:

  1. per capire come le persone arrivano sul tuo sito (dai motori di ricerca, dai social, dalla mail, dalle campagne a pagamento, etc.)
  2. chi sono gli utenti: provenienza, età, lingua, dispositivo utilizzano (desktop, mobile, tablet)
  3. per misurare prenotazioni, richieste informazioni, iscrizioni alla newsletter…
  4. capire quante persone visitano il tuo sito
  5. quali pagine fanno scappare gli utenti
  6. quali quelle che performano meglio
  7. è gratis, soprattutto!

Google Analytics: cos’è

Prima di svelarti quali sono i report di Google Analytics da usare se lavori nell’industria dell’hospitality, facciamo un passo indietro per spiegare cos’è Google Analytics.

Google Analytics è un servizio web di analisi dei dati fornito gratuitamente da Google.

Sul sito ufficiale di Google Analytics puoi accedere al servizio, scoprire tutte le sue funzionalità e ricevere assistenza.

Google Analytics è solo uno dei tanti strumenti sviluppati da Google per aiutarti a gestire il business. Infatti, fa parte della Google Marketing Platform, che tra i suoi prodotti comprendere anche Tag Manager, il sistema di gestione semplificato dei tag, Display & Video 360, Search Ads 360. Se ancora non li utilizzi, ti suggeriamo di dare uno sguardo per capire se possono esserti d’aiuto.

Inoltre, Google Analytics non è il solo tool che ti permette raccogliere dati preziosi. Ci sono anche gli insight di Facebook e Instagram.

Invece, la nostra app di digital concierge, Edgar Smart Concierge, tiene traccia del comportamento in app dei clienti dalla prenotazione fino a dopo il check-out. Potrai scoprire le pagine più visualizzate, il numero di visualizzazioni dell’app, quello degli utenti attivi. In questo modo avrai l’opportunità di scoprire i veri bisogni degli ospiti del tuo b&b, appartamento o piccolo hotel.

Edgar è l’app per strutture extralberghiere e piccoli hotel. Grazie a Edgar, i tuoi ospiti avranno a portata di smartphone tutte le info sui tuoi alloggi (descrizioni, immagini e video) e la destinazione, con una mappa mobile su cui sono segnalati i punti di interesse della tua zona e i tuoi consigli su cosa fare e vedere. Possono consultare l’elenco dei servizi interni, esterni e delle esperienze offerti da te o dai tuoi partner, e acquistarli da telefono facendoti guadagnare una commissione per ogni acquisto in app.

Edgar è anche fast check-in, smart access, push notification e molto altro per assistere i clienti al meglio con un solo strumento e aiutarti a massimizzare i profitti senza lavorare di più.

 

PROVA EDGAR GRATIS

Come verificare se Google Analytics funziona

Innanzitutto, devi controllare che in ogni pagina del tuo sito sia presente l’ultima versione del codice di tracking. Per aiutarti, usa un tool esterno come GA Checker, utile per verificare non solo i tag di Analytics ma anche di altri servizi. Invece, per verificare che tutto sia configurato correttamente, vai su https://analytics.google.com/analytics/web.

Soprattutto devi controllare che il tuo Analytics stia tracciando nel modo giusto i cosiddetti lead, ossi i contatti che da potenziali clienti si trasformeranno in ospiti fedeli se hai pianificato in modo efficace il tuo funnel di vendita.

Il modo più semplice per tracciare i lead è usare una thank you page, letteralmente pagina di ringraziamento. Ossia quella pagina su cui arriva il tuo contatto dopo aver compiuto l’azione che desideravi completasse e in cui tu lo ringrazi per l’azione appena conclusa, ad esempio l’iscrizione alla newsletter.

Nel tuo caso, quello di gestore di b&b, case vacanza, proprietà extralberghiere e piccoli hotel, l’azione più importante che il tuo contatto può portare a termine sul sito è la prenotazione. Il processo di prenotazione da sito si svolge generalmente tramite booking engine.

Se lavori nel settore alberghiero ed extra-ricettivo, è molto importante avere un booking engine, piuttosto che ricevere prenotazioni solo dalle OTA. Pertanto, se ancora non ne hai uno, prima di acquistarlo verifica che il booking engine sia compatibile con il tracking e-commerce di Google Analytics, funzionalità ormai ampiamente diffusa.

Inoltre, i booking engine più evoluti permettono di tracciare l’intero percorso di conversione per individuare in quale step è più probabile che il lead abbandoni la prenotazione. Con il grande vantaggio di permetterti di intervenire per ottimizzare questo passaggio, ridurre la percentuale di uscita e quindi aumentare le prenotazioni dirette riducendo quelle da Booking e le altre Online Travel Agency.

Leggi anche:

La strategia per ridurre le cancellazioni da Booking e dalle altre OTA

Commissioni Booking per b&b o sono meglio Airbnb, Expedia…?

Tuttavia, tra gli obiettivi da tracciare nell’extralberghiero non ci sono solo le prenotazioni, ma anche le richieste di informazioni, i click sull’indirizzo email e sulla mappa. Google Analytics consente di tracciare anche queste tipologie di conversioni. Leggi qui come creare e modificare gli obiettivi su Analytics.

I report di Analytics per l’extralberghiero e gli hotel

come leggere i report di google analytics
I report di Analytics più utili per l’extralberghiero (Foto di PhotoMIX Ltd. da Pexels)

Eccoci finalmente ai report di Google Analytics per l’extralberghiero, i b&b e i piccoli hotel. Ci scusiamo se ci siamo dilungati, sappiamo quanto sei impegnato con il tuo lavoro di host e manager.

Ma prima di capire quali e come leggere i report di Google Analytics era importante sia verificare il corretto funzionamento del servizio sul tuo sito sia il settaggio degli obiettivi.

Ecco quindi 3 report che troppo spesso vengono sottovalutati, per concentrare l’attenzione solo su quelli relativi all’e-commerce.

Canali: il report sul traffico

Per selezionarlo, vai in Acquisizione -> Tutto il traffico -> Canali. I principali canali tracciati sono: la ricerca organica, quella diretta, a pagamento, i social, le email e altro.

Questo report ti consente di individuare i canali che portano traffico al sito. Il report canali è molto utile perché in pochi istanti scoprirai quale canale sta performando meglio e quale peggio, soprattutto in rapporto ai tuoi investimenti di tempo e denaro.

Puoi inoltre combinare la dimensione principale con una secondaria. Ti suggeriamo di selezionare pagina di destinazione, per capire dove atterrano i tuoi lead quando arrivano sul sito. Potresti decidere di concentrarti su determinate pagine per migliorarle e ridurre i rimbalzi.

Tutte le pagine: il report sui contenuti

Per selezionarlo, vai in Comportamento -> Contenuti del sito -> Tutte le pagine.

Con un solo sguardo, scoprirai le pagine del sito più visualizzate e quelle con la percentuale di uscita più alta. Verifica la frequenza di rimbalzo di ciascuna pagina e intervieni suoi contenuti e la struttura per provare a guidare i tuoi utenti all’interno del sito, piuttosto che lasciarli andare via senza aver approfondito altri contenuti.

Inoltre, puoi confrontare le tue landing page e capire quali portano più traffico. Ad esempio, puoi vedere se performa meglio la pagina su una proprietà vista mare piuttosto che quella posizionata nel centro cittadino nella stessa località.

Mobile: il report sui dispositivi

Vai su Pubblico -> Mobile -> Panoramica. Qua vedrai in un secondo se i tuoi lead arrivano da desktop, da smartphone o da tablet.

Confronta la durata delle sessioni. La differenza è sostanziale? Potresti aver appena scoperto che sul tuo sito ci sono problemi di visualizzazione da desktop o da mobile.

In un’epoca in cui i viaggiatori globali non possono fare a meno dello smartphone per viaggiare, garantire un’esperienza di navigazione ottimale da smartphone è essenziale per non perdere clienti e prenotazioni.

 

Vuoi ancora più insight? Per conoscere meglio il comportamento tuoi ospiti anche durante il soggiorno, quando non navigano sul sito, sfrutta gli insight di Edgar Smart Concierge.

 

PROVA EDGAR GRATIS

Immagine di copertina di Krisztina Papp da Pexels

Edgar Smart Concierge

Edgar Smart Concierge è una piattaforma per la gestione degli ospiti che permette a qualsiasi Host di personalizzare la propria App Concierge per soddisfare le esigenze degli ospiti aumentando i guadagni.

Articoli Recenti